Il Territorio

Il Territorio
ITA | ENG
ALLOGGIO
VISITE

Agriturismo con alloggio
Scopri e prenota

l’Oltrepò, un luogo da vivere e scoprire

AGRITURISMO CON ALLOGGIO
L’agriturismo di Bosco Longhino dispone di tre stanze, due bagni con doccia e vasca, stanza comune con piccolo servizio per tè e caffè e wifi.

Colazione dolce/salata e bicicletta sono comprese. Danila vi suggerirà le escursioni più adatte a voi.

Quando il giro in Valle Versa è più di una scampagnata, puoi fermarti a pernottare da noi. Chi già conosce la nostra enoteca, sa che l’accoglienza è quella semplice di una famiglia. Nella casa di Marco e Danila le tre stanze degli ospiti sono pronte al primo piano. La colazione è inclusa, allestita da Danila nella grande cucina con la stufa affacciata sulla vigna dietro casa, a base di dolci casalinghi o salumi misti, da assaporare con la tipica ‘micca’, il pane locale, che ogni mattina il prestinaio consegna nella ‘casetta del pane’.

L’Oltrepò è un luogo da scoprire. Noto soprattutto per la sua tradizione produttiva vitivinicola, è in realtà anche un territorio ricco di natura e di paesaggi che meritano l’esperienza di un soggiorno. I dolci clivi si prestano a escursioni rilassanti a piedi o in bicicletta, in cui riempirsi gli occhi del verdeggiare delle colline, fra vigneti, boschi e prati di erba medica. Le biciclette sono a disposizione dai Faravelli, per accompagnarti su e giù per le strade bianche, nelle vallette o sulle coste per spingere lo sguardo all’orizzonte, fra la Pianura e l’Appennino.

Dalla cittadina di Varzi al castello di Zavattarello, i placidi borghi in pietra non mancano in Oltrepò. Ma soprattutto è bello guardare i panorami in cui sono inseriti, ora dominati dai vigneti come in Valle Versa, ora ombreggiati dai boschi come nell’alta Valle Scuropasso, nella verdissima Val di Nizza, per le colline incise dai torrenti, argentei d’acqua in primavera e candidi nelle secche estive. E, che sia inverno o estate, c’è sempre modo di lasciarsi attrarre da assaggi di vino, salumi e piatti dell’enogastronomia locale.

Compila e invia la richiesta di prenotazione
Risponderemo non appena possibile

Visite e degustazioni
Scopri e prenota

Visite e degustazioni in cantina

Accogliamo i clienti in famiglia per una visita alle campagne o alla cantina per accompagnarli alla degustazione nella nostra enoteca. Un luogo speciale, in cui assaporare il bouquet dei nostri vini insieme a uno spuntino casalingo.

Compila e invia la richiesta di prenotazione
Risponderemo non appena possibile

L’Oltrepò Pavese

culla dell’enologia moderna

Fin dal secondo dopoguerra, la gente dell’Oltrepò ha associato alle varietà viticole della tradizione, come la Croatina e il Moscato, vitigni di importazione, come il Riesling, dalla Germania, o il Pinot, di provenienza francese e ottimo per le basi spumante, una produzione di elevato impegno tecnico che ha reso celebre la Valle Versa e il suo metodo classico (champenoise). E proprio il Pinot e la produzione di spumanti, nonché di altri bianchi locali, rappresentano la parte più tecnologica della cantina Faravelli.

La cura dei vigneti nell’Azienda Bosco Longhino è orientata al rispetto per la terra, scegliendo le pratiche agricole a basso impatto del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia. Viene mantenuta la copertura erbosa nell’interfila, per salvaguardare il suolo dall’erosione e mantenere gli ambienti di vita e alimentazione di api, farfalle, coccinelle e della fauna minore alleata dell’agricoltura. I trattamenti fitosanitari sono limitati ai soli prodotti di copertura, utilizzati in prevenzione e la cui effettiva necessità viene attentamente valutata; si escludono i fitofarmaci in classe nociva e tossica.

Terra, Uomo e Cielo

L’Oltrepò non è solo vigneti. È un territorio di altissimo valore ambientale, che accoglie una straordinaria biodiversità. Ben 94 specie di uccelli e 53 specie di farfalle, ad esempio, sono state censite nei vigneti di queste colline. È compito degli agricoltori tutelare questo patrimonio, a cui chi coltiva la terra è intimamente legato, mantenendo un mosaico diversificato di ambienti, con siepi, lembi di bosco, margini erbosi, alberi isolati, per conservare gli habitat necessari a tutte queste forme di vita e preservare il loro ruolo ecologico, insostituibile per la prosperità delle vigne e la salute dell’uomo.

Bosco Longhino aderisce al progetto Vigneti e Natura in Oltrepò, una rete di aziende che condivide un protocollo volontario di gestione dei vigneti fondato su pratiche agricole amiche della biodiversità, per un vino frutto non solo della qualità della cantina ma soprattutto della qualità e bellezza del territorio. Tra le pratiche adottate, l’inerbimento parziale dei vigneti e il mantenimento di aree marginali ad arbusti selvatici contribuiscono a consolidare il suolo, a contrastare il dilavamento dei nutrienti e ad ospitare gli insetti, fonte di cibo per uccelli selvatici ed essi stessi predatori delle specie nocive alla vite.

Vite nella vite